Dati rifiuti in Italia. Costi, differenziata, esportati

27 / 06 / 2013 - Dal Rapporto Rifiuti Urbani ISPRA 2013 si apprende che la quantità di rifiuti realizzata nel nostro paese è diminuita di 2,5 milioni di tonnellate, dal 2010 al 2012, segnando un calo percentuale del 7,7. Era già scesa di oltre un milione di tonnellate dal 2010 al 2011 (-3,4%).

L'Italia produce, in totale, circa 30 milioni di tonnellate (simile al valore registrato nel biennio 2002/2003.

Nel 2012 ogni persona ha contribuito, nella produzione di rifiuti, con circa 504 kg di materiale scartato (nel 2010 erano 536, ossia 32 kg in più).

Quali sono le regioni che realizzano la maggior quantità per ciascun abitante? Al primo posto l’Emilia Romagna (637 kg); viene poi la Toscana (614 kg), la Valle d’Aosta (605 kg), la Liguria (586 kg) e il Lazio (582 kg). Ovviamente per alcune regioni la quantità pro-capite varia a seconda della popolazione, incidendo particolarmente in quelle più piccole, con meno abitanti.

Quali, invece, le regioni con la minore quantità di rifiuti prodotta per unità? Basilicata (meno di 400 kg), Molise, Calabria e Campania (sotto i 450 kg).

Rifiuti - Raccolta differenziata

Spesa pro-capite per la gestione rifiuti
Nel 2011: 157,04 euro all'anno (+4,6% rispetto al 2010). Di cui

  • indifferenziata: 42,6%;
  • differenziata: 24%;
  • pulizia strade: 14,4%;
  • costi servizio e capitale investito: 19%.

Così geograficamente distribuiti:

  • Nord: 144 euro
  • Centro: 193 euro
  • Sud: 157 euro

Un chilogrammo di rifiuti urbani costa 29,2 centesimi (27 al Nord, 31 al Centro e 32 al Sud).

La tassa sui rifiuti, ha coperto, nel 2011, il 94,1% del totale dei costi di servizio (era dell’83,9% nel 2001).

Raccolta differenziata in Italia: 37,7% (2011) e 39,9% (2012).

  • Nord: oltre il 50%
  • Centro: 32,9%
  • Sud: 26,7%.

Raccolta differenziata, regioni

1° - Veneto: 62,6%
2° - Trentino Alto Adige: 62,3%
.....
Ultime - Sicilia e Calabria: sotto il 15%.

Rifiuti urbani in discarica:
12 milioni di tonnellate, il 39% (2012). Erano 13,5 milioni nel 2011.

Discariche per rifiuti non pericolosi (2012):
186 (erano 192 nel 2011). Sono state chiuse 288 dal 2003 (80% al sud).

Rifiuti urbani esportati nel 2011: più di 311 mila tonnellate.

  • Il 23% è andato in Austria;
  • il 17,5% in Cina;
  • il 16,9% in Ungheria
  • il 10,1% in Germania.

Rifiuti urbani importati: più di 261 mila tonnellate.

  • Il 72% dalla Francia
  • il 15,7% dalla Svizzera
  • il 4,9% dall'Austria.

RISORSE
Rapporto completo su sul sito isprambiente.gov.it/it

(Fonte ISPRA)


Pagina aggiornata il

 

Meno rifiuti, crisi

Cambiare cognome

Stipendi Parlamento

Truffe online

Carta Identità (scadenza)






Privacy Google Chi siamo
www.ecodelcittadino.it di Emanuel Silci - email msilci@gmail.com -