Programma PD (Partito Democratico) e opinioni. Elezioni

Per il 2014
vedi Candidati e programma PD (Partito Democratico) per le Elezioni Europee 2014

Per il 2013
Il programma 2013 del Partito Democratico (PD):
1. Il programma che è stato allegato alle liste della coalizione dei democratici e dei progressisti, che riprende la Carta d’intenti e che rappresenta le linee guida della proposta di governo del Paese
2. Il Codice etico
3. I documenti sui diversi temi approvati dalle Assemblee nazionali e dalle conferenze nazionali del Pd
4. I piani nazionali per le riforme presentati dal Pd nel Parlamento italiano e a Bruxelles.

Risorse
Testo integrale del programma PD 2013

Orlando - Il vero grande male dell'Italia è la corruzione e le ruberie legalizzate ad ogni passaggio di soldi nelle mani delle amministrazioni pubbliche ad iniziare dagli alti livelli fino all'ultimo portinaio pubblico. Vi è una logica di spartizione sia nell'amministrare sia nell'affidare lavori e consulenze finte o mai eseguite. Sembra che i soldi degli italiani siano versati dentro ad una scolapasta con enormi buchi dove non resta alla fine che acqua fresca. Logica conseguenza non basteranno mai le tasse ed il cittadino onesto spesso si lascia trascinare anche lui nell'evasione. Un altro dramma è che la legge in Italia garantisce i malfattori e non essendovi pena rapida e certa ognuno ci prova tanto.... Volevo dire che una azienda che ha i debiti fino al collo per risorgere ha una sola alternativa chiedere ai creditori rate più piccole e dilazionate per poter investire parte delle risorse negli investimenti per creare ricchezza, i debiti si possono pagare con il lavoro....altrimenti l'altra strada è il fallimento..Si parla poco di Sud ed aree depresse è importante liberare il territorio dalle mafie è necessario che si liberino le tante forze dell'ordine dalla burocrazia o dagli impegni militari internazionali impegnandoli in un capillare controllo del territorio di pratiche dei lavori di enti pubblici di appaltatori ,di professionisti evasori completi, migliaia e migliaia, mandate ufficiali in borghese dal dentista e dal medico e dall'idraulico e dall'avvocato pena l'interdizione a vita certa ..penso che ci penseranno più di una volta... Un altro dramma è la scarsa competitività dell'Italia per le enormi spese di gestione ma bisogna chiedere all'Europa che si difenda dalla concorrenza sleale che effettuano i paesi emergenti.. nei maxi store ed ovunque sta scomparendo il made in Italy solo made in PRC i nostri governanti che hanno pensato solo ai loro interessi non si accorgevano , od erano complici ,del fallimento delle imprese nostre e del lavoro ,dicevano che dovevamo creare la qualità ma non sanno che chi non se la può permettere compra economico e sono i più , solo presunzione la nostra vi siete illusi e vi hanno preso in giro abbiamo importato povertà e ci hanno comprato mezza Italia bravi!!!

Giuliano - Non sento più parlare di diminuzione dei parlamentari come numero e come stipendi. che fine hanno fatto i buoni propositi che ho sentito tempo fa?

Mauro - Caro Bersani, da piacentino a piacentino, vuoi essere chiaro sulla famigerata riforma F. delle pensioni? La modificherai sensibilmente, come proponeva Damiano, oppure la lasci così com'è, terribilmente ingiusta, in quanto mi obbliga a fare, (sono un docente) quasi 44 anni di lavoro?

Primo la rossa - Il programma dice tutto e niente , non ci sono in evidenza punti programmatici chiari ma solo dichiarazioni di principi ed esercizi di retorica. a proposito di beni comuni come può il PD parlare di ciò se è fra i principali sostenitori della gestione attraverso forme private? le regioni "rosse" Toscana ed Emilia Romagna sono state le prime dove è stata privatizzata la gestione del servizio idrico, in Puglia l' acquedotto è stato trasformato in una società per azioni dal governo Dalema, bisognerebbe avere rispetto delle parole e non abusarne!

Sarebbe bello avere la certezza della pena ,anche dei dirigenti, dei manager, se sbagliano dovrebbero ripagare di tasca propria gli errori commessi, non ricevere buone uscite da paura come succede ora, e poi ritrovarli a fare danni da qualche altra parte di interesse pubblico. Sarebbe bello sapere che anche i parlamentari e i loro famigliari, pagano il ticket sulle prestazioni sanitarie, e si pagano la maggior parte di cure mediche per le lunghe attese dei servizi pubblici.. e via di questo passo verso tutte le ingiustizie che separano l'Olimpo dei politici dal popolo plebeo. Si dice sempre che questi costi non inciderebbero in modo incisivo sul bilancio nazionale Ma e' anche vero che un granello di sabbia non e' nulla ma tanti granelli fanno una spiaggia

Alessio - Gentile sig. Bersani, credo che voi politici a noi italiani dovete restituire la dignità di cittadini di questo stato meraviglioso che è stato rovinato dalla mala gestione... Ora basta... 1. Riducetevi gli stipendi 2. Nessun finanziamento ai partiti 3. Ci vuole la certezza della pena 4. Carceri duri per tutti i reati.. ci vuole il lavoro forzato per tutti i carcerati 5. Fate tornare i soldi alle famiglia 6. Basta con le tasse., L'Imu e' una tassa anticostituzionale .. toglietela .. Basta.. 7. Fate crescere l'economia italiana e difendetela in Europa.... Siamo sempre stati i migliori al mondo noi italiani e ora che tutti lo sappiano... 8. Rendeteci fieri di essere italiani... 9. Datevi da fare per rimettere in sesto questo nostro meraviglioso paese... 10. Ricordate sempre voi siete stati eletti da noi elettori e siete li per gestire i nostri soldi .. Non dimenticatelo mai.. non sono vostri ,, ma della collettività sappiate gestirli al meglio. E rendetecene conto con la trasparenza delle spese...

Edoardo - Non abbiamo sentito o visto nulla a favore di quei lavoratori che hanno perso il lavoro e la pensione, nonché le donne che prenderanno la pensione di anzianità a 67 anni?? (grazie F. e governo Monti). Come noi se lo chiedono in tanti cosa i politici intendono fare in proposito. Si parla solo di tasse e IMU ma, se non prendiamo neanche lo stipendio che cosa importa riavere 1.000 euro in più o in meno?? Grazie e saluti

Michelangelo - Caro Bersani nel tuo programma non c'è traccia sulla riforma delle pensioni voluta dalla F.. Questa scellerata riforma ha lasciato tanti italiani come me, che avevano già perso il lavoro da alcuni anni, anche senza la tanto attesa pensione. Ora dovrò aspettare il 2016 (cioè altri 4 anni) e quindi avrò un mancato reddito di almeno 60.000 euro (15.000x4) e quel che è peggio dovrò sostenermi in questi 4 anni con almeno 40.000 euro per vivere) che non so dove andare a prenderli. Totale un danno o meglio una Super Tassa da 100.000 euro. Altro che Imu, Tarsu o Patrimoniale. Che equità è questa se si mi si chiede un così sproporzionato sacrificio?

Lucia 1956 - Caro bersani sono assolutamente contraria all'innalzamento cosi drastico per accedere alla pensione soprattutto essendo donna e dipendente di poste italiane con un marito invalido al 100% non si può non e' giusto fare cassa sulla pelle di chi per anni ha dato e dovrà dare fino ad arrivare alla tanto sospirato riposo semmai ad un passo dalla tomba vergogna F. non abbiamo l cameriere o le babysitter per i futuri nipotini i nostri sogni sono finiti!!! bisogna dare lavoro ai giovani toglierli dalla strada , dalla depressione, non uccidete la speranza .in questa campagna elettorale sento solo puzza di Imu . ci vuole ben altro , la vita umana non e' merce da dare in pasto alle regole dei mercati ci vuole etica, umiltà, giustizia e amore per la patria

Maria la Rossa - Caro Bersani, le parole sono giuste, le intenzioni sono belle, ma poi tutto potrebbe restare come prima. Così fu fatto quando ci prometteste che per prima cosa avreste approvato le leggi su: Conflitto di interesse, Porcellum e via dicendo. Mi auguro che questa volta tu e tutta la coalizione facciate seriamente e non dimenticate: costo della politica ridotta di almeno il 45 per cento, riforma dei processi perché come va la magistratura ora, fa da freno anche allo sviluppo economico, rimozione della legge berlusconiana sul falso in bilancio, poiché nessuna persona con giudizio investirebbe laddove può essere incantata da un bilancio aziendale fasullo; maggiore onestà negli uomini dell'intero partito, poiché anche da noi ce ne sono di belle creme! In bocca al lupo e che Iddio ci aiuti Maria La Rossa

Tino - Caro Bersani sono un ex Lavoratore Socialmente Utile di anni 60 ho lavorato per oltre sette anni nel comune di residenza, nel 2002 sono stato assunto di ruolo nello stesso Comune, l'INPDAP non ha conteggiato quel periodo di contributi Figurati, vorrei sapere perché l'Inpdap non gli accetta e l'INPS SI... per oltre sette anni ho lavorato come un dipendente di ruolo, mi chiedo perché lo stato Italiano mi ha fatto lavorare in nero senza i contributi pensionistici con la legge F. non riesco ad andare in Pensione, vuole corretta, qua sono i voti di tutte quelle persone che non riescono ad andare in pensione Pensaci Bene chiediamo Aiuto al partito dei Lavoratori forza Bersani...

Giuliana - E il dimezzamento di parlamentari e loro stipendi ? perché non ne parlate più? Ho visto che parla solo il pdl!! come faremo noi cittadini a votare con coscienza?

Agostino 51 - Caro Bersani, in famiglia siamo in otto e da sempre abbiamo seguito e votato a sinistra. Oggi mi trovo nel dubbio di aver sbagliato tutto. Ho lavorato per 39 anni, sono del '51 e di colpo grazie alla iniqua riforma delle pensioni mi ritrovo a dover lavorare ancora per 4 anni mentre avrei raggiunto i vecchi requisiti ad aprile del 2012. Come è possibile che tu non prenda alcuna posizione in merito. Nel tuo programma non vedo alcun riferimento a proposito. Ora tutti noi stiamo pensando di cambiare la linea del nostro voto ed in particolare alla vostra sinistra dove c'è qualcuno che almeno a parole ha a cuore il nostro problema.

Ferruccio - A proposito di proposte shock che tanto sembrano colpire l'attenzione dei media e dell'opinione pubblica, non sarebbe opportuno fare una proposta su un tema sul quale mi pare ci sia una diffusa sensibilità: alzare le pensioni minime e mettere un limite a quelle alte.

Anonimo - Ha detto di dare la cittadinanza ai figli degli emigrati che sinceramente mi sembra l'ultima cosa da fare. Certo anche lei vuole i voti per essere ricandidato alle prossime elezioni (se vince) ma l'Italia a molti problemi da affrontare e prima dovrebbe dare lavoro agli italiani che agli extracomunitari.

Gaspero - Caro Bersani non si sente più parlare dei costi della politica!! 1) Le regioni non servono a niente,tutti i costi dei dipendenti, funzionari, dirigenti,presidenti .assessori, consiglieri,palazzi, auto blu autisti, scorte e chi più ne ha c'è ne metta!! Quanti soldi risparmiati x tutte le regioni d'Italia 2) Idem per le provincie Tutti i ministeri,quanti dipendenti con stipendi mega, auto blu. scorte, dovete andare coi mezzi pubblici o con le auto di vostra proprietà Cominciate a tagliare e vedrete che il debito diminuisce drasticamente, Niente finanziamento ai partiti Stipendi max 4000 euro per tutte le cariche istituzionali Si risparmierebbe tante e con quei soldi si potrebbe aiutare la crescita, il lavoro, la famiglia, l'impresa.

Roberto.81 - Caro Bersani non ho sentito mai parlare delle categorie protette cosa farete per le persone come me che da dieci anni che faccio il part-time con la speranza che un giorno posso essere piu' indipendente e' andare a vivere da solo e' non stare ancora alle dipendenze dei miei genitori tutti due pensionati al minimo con un fratello anche lui disoccupato ? E poi dicono i bamboccioni.

Michele - Caro Bersani, vorrei sapere cosa ne farai dei pensionati come me che pur maturando 40 anni di servizio onorabile nella pubblica amministrazione, è rimasto per ben otto anni con lo stesso stipendio di € 1150 netto con tutti gli aumenti e le tasse aumentati a dismisura, e che gli aumenti pur se ci sono stati, sono stati assorbiti dalle trattenute degli Enti locali (addizionali Comunali e Regionali). Le sembra giusto che dopo 40 anni di servizio sono diventato povero alla vecchiaia. Preciso ho sempre votato con voi a sinistra ed anche alle Primarie.

Margherita 57 - Caro Sig. Bersani, io e la mio marito la stimiamo per la sua serietà. Desidero soltanto evidenziare una situazione di cui che lei sicuramente è già al corrente, ho saputo che concluderà la sua campagna in Sicilia e pertanto vorrei richiamare la sua attenzione sulla difficile situazione siciliana o meglio impossibile per quanto riguarda il lavoro dei giovani. Chi non ha conoscenze politiche è tagliato fuori da ogni speranza anche per un semplice posto di vigilanza privata. Chi le scrive è un ex impiegata di banca e mio marito ex comunale pertanto non stiamo male ma ho già un figlio a Milano che con sacrifici mediante gli studi alla bocconi lavora, ma il piccolo diplomato sta facendo già le valigie. Sig. Bersani vanno via le brave persone, quelle che seguono le regole e pagano le tasse. Qui non c'è speranza lo dica ai suoi colleghi politici che ci vuole la conoscenza anche un piccolo impiego ai centri commerciali, non ci sono selezioni, non si guardano i curriculum. Grazie tanti auguri

Lorenzo - A parte queste quattro pagine di presentazione, esiste un programma?

Cristina - Cristina, gentile Bersani amo questa nostra Italia io, meridionale emigrata al nord con la famiglia, emigrata poi negli U. S. A. col marito, ritornata in Italia. Ho fatto svariati lavori e, lavoro da quando avevo 14 anni attualmente ne ho 56 dipendente statale si ma, di un ente pubblico che assiste agli anziani, sfido chiunque ad assistere un anziano quando noi stessi lo siamo, quando andremo in pensione cioè a 67 anni passeremo direttamente dall'assistere all'essere assistiti ammesso che andremo a prendere una pensione che ci permetta il costo delle case di riposo. Ci sono lavori statali e lavori statali bisognerebbe fare delle distinzioni, inoltre nel mio caso specifico non posso nemmeno recuperare gli anni lavorati negli U. S. A. Perché? Semmai a 67 anni andrò in pensione avrò lavorato 53 anni dovrei prendere una pensione d'oro, come quella di tanti politici che hanno lavorato"si fa per dire" molti meno anni di me. Bisognerebbe far restituire un pò di soldi a quei baby pensionati che poi, per arrotondare lavorano anche in nero, quel nero quel sommerso, quell'evasione trasversale indegna di un paese democratico, civile, quel paese civile che vede sempre più senzatetto senza lavoro, semplicemente Senza e, noi che un lavoro lo abbiamo dovremmo anche ringraziare, ringraziare chi? Chi ha bloccato i contratti quindi quei miseri aumenti che non migliorano il nostro potere d'acquisto, diteci chi Dobbiamo Ringraziare, forse tutti quelli che con i nostri soldi si si sono fatti ville e quant'altro? Dovrebbero Restituirli Tutti fino all'ultimo centesimo ed assaporare cosa significa vivere con 1200 euro al mese. Basta Basta Basta fra tutti i politici ci saranno pure persone oneste che vogliono occuparsi di questa nostra Italia ed esserne orgogliosi e fieri di fronte agli Italiani e al mondo, io sono un inguaribile ottimista e so che ce ne sono ma non so dove si nascondono, e sono ancora indecisa su chi vorrei mi rappresentasse in questa giungla di faccio non faccio, di promesse non mantenute senza distinguo di colore o sigla, spero davvero che questo nostro paese torni ad essere (O Paes Do Sole) come si dice nella splendida e bistrattata Napoli. Grazie

Rizzu - Non esiste alcun riferimento al diritto alla pensione. Ma Dopo 40 anni di contributi si deve andare in pensione! Al limite si può mettere una soglia minima (62 anni) ma continuare a pensare che in Italia si facile lavorare sino a 42-43 anni di contributi e' da ladri. La riforma delle pensioni va rivista e basta. introducendo il concetto di eta/contributi

Daniela - Pensioni, rivedere la riforma delle pensioni, certe imposizioni sono inaccettabili, a chi manca un anno per andare in pensione non se ne possono imporre sei o sette in più, non è accettabile. Signor Bersani, io ci conto, mi fido di lei, reclamo il tempo per fare bene la nonna, reclamo il tempo per vedere il mondo, voglio vivere i miei sessant'anni in modo sereno come mi era stato promesso, come diritto acquisito... Signor Bersani, io ci conto e per questo la voterò...

Antonio da Napoli - Carissimo on. Bersani,è difficile far capire che a 70 anni non si può insegnare ai giovani diciottenni o sedicenni? Cosa si può sperare di formare socialmente e culturalmente un giovane che avrà come punto di riferimento docenti "quasi rimbambiti?". Vien sicuramente da ridere sulla battuta, ma è tremendamente seria la questione. Abbiate il buon senso di mandarci in pensione molto prima o comunque metteteci obbligatoriamente dietro una scrivania in attesa della "pensione". Non tutti siamo bravi come voi politici che a 80 anni siete ancora capaci di fare i senatori. La voterò sperando in questo appello.

Fiorenza - Se lei intende essere votato per le sue intenzioni a favore dei cittadini, credo proprio che nel suo programma elettorale manca una vera e propria volontà all'aiuto dei cittadini e alla considerazione delle loro idee... lei si confronta solo con la destra o con B. .. lei è poco credibile ed affidabile! E la tanto promessa riduzione dei vostri stipendi e del numero di parlamentari?? E la riorganizzazione dei posti pubblici??

Gianni - Sig, Bersani : io sono un suo estimatore e tesserato e perciò a nome anche di piccoli imprenditori miei colleghi , le suggerisco che si debba finire la impunibilità di coloro che producono insolvenze economiche a danno di noi lavoratori : costoro producono danni alla nostra economia : produca una legge che li inibisca al lavoro finché non assolvano i loro doveri : sono dei parassiti : non fanno bene allo sviluppo economico e ci tolgono stimoli per fare lavorare altre persone

Ivana Piacenza - Sig. Bersani , considerato che la riforma delle pensioni è da rivedere in tutto (si paga molto in tasse e si prende poco) io Le chiedo perché si parla poco di Sanità in quanto penso ci sia molto da fare , il servizio ai cittadini è molto scarso e costoso grazie

Paolo - Il governo Monti ha fatto il lavoro più sporco con la vostra connivenza. Vediamo se andrete al governo se metterete mano alla riforma sulle pensioni (la peggiore d'Europa) e sul lavoro. Che di fatto sono gli unici disastri fatti da Monti

Angelo - Io sono un pensionato, quando sono andato in pensione i soldi bastavano adesso sono passati 7 anni è bastano appena. devo fare attenzione è mi devo già privare di alcune cose, prima quando lavoravo che lo stipendio non bastava andavo a chiedere l'aumento al datore di lavoro. adesso a chi lo vado chiedere? io sono andato sempre a votare, adesso voi politici ci state sopprimendo la testa di parole che non si capisce niente. io ho capito una cosa. dovevo fare il politico Bravi.

Maurizio - Nessuno parla in modo chiaro ed esplicito della famigerata riforma F. sulle pensioni... nessun politico... nessun programma elettorale, mi ero illuso questa volta di trovare maggior chiarezza visto le condizioni in cui versa il cittadino comune italiano... ancora barriere fumogene per non farci capire... ed io per chi debbo votare?? siamo sicuri che il movimento 5 stelle sia anti-politica?

Marco - Siamo in due anziani settantenni con 1500 euro di pensione in due Senza alcuna indicizzazione? Ma dove ci volete portare ! Al suicidio?

Anonimo - E le dimissioni dove sono finite?

Pietro - Caro Pierluigi, che delusione! Non c'è un solo punto con un "faremo" scritto chiaramente. Non si parla di pensioni, esodati e taglio di privilegi e stipendi vergognosi... oppure ho letto un programma che non era quello del PD? Non voterò, è mio diritto farlo!

Anonimo - Caro Bersani, credo che l energia rinnovabile meriti il posto in prima fila in qualsiasi programma di governo. come coprire tutti i tetti degli edifici pubblici con pannelli solari. Lo si può fare con una spesa minima senza aumentare il debito pubblico, anzi diminuendo il debito stesso. Perché dotando una società di circa cinquecentomila euro è possibile completare il progetto. avere energia a bassissimo prezzo la cosa permetterebbe di abbassare il prezzo in modo considerevole per famiglie bisognose e imprese che innovano prodotti e impianti e anche diminuire il debito pubblico.



Ultimi aggiornamenti

Scrivi il tuo commento sulla pagina
'Programma PD (Partito Democratico) e opinioni. Elezioni '


Il tuo nome (facoltativo)

Contatti

Per contattare la redazione del sito Ecodelcittadino scrivere all'indirizzo email msilci@gmail.com

 

Buone Feste

ELEZIONI
- Election Day

EUROPEE 2014
- Voto 25 maggio
- Come si vota
- Schede elettorali e colori
- Compensi seggio

PROGRAMMI POL.
- Programmi politici
- Partiti e simboli
- Politici su Twitter

COMUNALI 2014
- Voto 25 maggio
- Schede elettorali

INFORMAZIONI
- Compensi seggi
- Scrutinio domenica




Segui Emanuel Silci su Google+


 
P.Iva. 10553510016
www.ecodelcittadino.it di Emanuel Silci - email msilci@gmail.com -