Internet, truffe online e virus via email: come difendersi

Come difendersi dal "phishing", dallo "spam", dalle truffe online?

Ultimamente sta circolando un virus chiamato "Cryptolocker". In pratica si riceve una email con un link da cliccare. Se lo si apre, il computer viene coinvolto da un processo pericoloso che rende i file personali, le cartelle, le foto, criptate, non più accessibili dall'utente, in alcun modo.
I creatori di questa truffa informatica chiedono poi dei soldi in cambio dei codici utili per recuperare i dati personali salvati sul pc.

Segui le indicazioni fornite di seguito per non cadere in questo genere di trappola.

Non è poi così complicato difendere i propri dati e i propri risparmi quando si "naviga" in rete. Vi sono alcune regole di base semplici, da seguire sempre, ogni qual volta riceviamo inviti sospetti.

Ad esempio, prendiamo la posta elettronica. Quante email riceviamo con richieste "personali" da enti apparentemente ufficiali? Tante, troppe. E come si può fare per non rimanere "fregati"?

Quando riceviamo posta, la prima operazione da fare è verificare l'indirizzo email del mittente. Spesso il nome del mittente ci sembra familiare: la nostra banca, le Poste Italiane®, l'ente che gestisce la nostra carta di credito o, semplicemente, il nostro gestore telefonico oppure lo stesso account di posta (Yahoo®, Gmail®, Hotmail®...).

In realtà, poi, cercando l'indirizzo con la "@", ci accorgiamo che i nomi che lo compongono non sono più tanto familiari: serie di lettere e numeri senza senso, domini stranieri o comunque sconosciuti, estensione finale (quella italiana è ".it") di altri paesi (ad es: .com, .tr, .fr, .ro, ecc..).

Questa verifica la si può effettuare, se non appare subito l'indirizzo email nell'intestazione, passando, senza cliccare, il mouse sul nome del mittente (l'indirizzo apparirà subito vicino, oppure sulla barra in basso del vostro browser -Internet Explorer®, Chrome®, Firefox®, Opera®, ecc..), oppure, utilizzando programmi di posta elettronica (ad es: OutlookExpress®, Windows Mail®) direttamente sul pc, cliccando sull'email in questione con il tasto destro del mouse e poi andando su "proprietà" (in mezzo a tante sigle strane apparirà un indirizzo email con la "@").

Altra operazione da effettuare è la verifica di un eventuale link che il mittente invita a cliccare. NON CLICCARE MAI se non si è sicuri della natura del collegamento. Anche in questo caso passare il mouse sopra il link, senza cliccare. Apparirà in basso, sulla barra del vostro browser o del vostro programma di posta elettronica, il vero indirizzo internet che si cela dietro a questo invito.

Ad esempio: il mittente vi invita a cliccare su un link dal nome "Bancoposta". Passando sopra la scritta "Bancoposta", in basso, appare un link tipo news.ujmon.ro/fgfg/..... (è un esempio inventato). E' chiaro che questa email non sia delle Poste Italiane®, quindi non cliccare nulla ed eliminarla.

Altri consigli per non rimanere raggirati:

  • Spesso il linguaggio utilizzato nel testo dell'email non si può dire che sia di un italiano perfetto: parole al singolare anziché al plurale, verbo avere al posto del verbo essere, parole scritte male, ecc...
  • Nel 100% dei casi, la vostra banca, il vostro gestore telefonico o di posta elettronica, la società della vostra carta di credito, non VI CHIEDERANNO MAI PASSWORD, USERNAME, CODICI, PIN, via email. MAI!
    In questi casi, nel dubbio, lasciamo perdere l'email, andiamo su internet e cerchiamo il sito ufficiale della banca, del gestore, accedendo come si fa solitamente. Se esiste qualche comunicazione importante, la troveremo direttamente sul nostro profilo.
  • Se vi arriva una email del tipo "Sei fortunato, hai vinto 1000 euro" oppure "E' stato versato del denaro sul tuo conto" oppure tutti quei testi in cui si invita il destinatario a fare delle donazioni verso enti anonimi o persone sconosciute... beh, non ci cascate, sono "spam", "spazzatura" del web. Purtroppo, non avete vinto nulla...
  • Stesso discorso per quelle email dove vi si invita a rispondere ad un mittente sconosciuto. Non fatelo, lasciate perdere, eliminate l'email.
  • Attenzione alle email di amici, spedite a loro insaputa (magari a causa di un virus): il testo apparirà strano, venite invitati a cliccare un link o a vedere un video. In questo caso, se riconoscete il testo come tipico di un vostro amico, bene. Altrimenti, senza rispondere a questa email, create una nuova email, scrivete a questo amico e chiedete se era sua l'email sospetta.

Fate attenzione, le truffe online sono dietro l'angolo, pronte a colpire il malcapitato.

28 / 01 / 2015


Pagina aggiornata il

 

Terremoti Italia (mappa)

Fiere dei fumetti (Italia e mondo)

Truffe internet via email

Cambiare nome e cognome

Funghi velenosi? Guide, consigli

Info viaggi estero (sicurezza)






Privacy Google Chi siamo
www.ecodelcittadino.it di Emanuel Silci - email msilci@gmail.com -